Archivi categoria: Incontri ed eventi

«Game Over» al Parco della Fantasia

Appuntamento con il libro Game Over al Parco della Fantasia «Gianni Rodari» di Omegna: sabato 16 marzo 2019, alle ore 16, Simone Fornara animerà un incontro rigorosamente interattivo per giovani lettori e, soprattutto, giovani videogiocatori, alla scoperta della bianchite e delle sue fantastrabilianti conseguenze.

Che cosa succede quando si passano 7 ore e 7 minuti incollati alla propria console, con un joypad in mano, nel tentativo di annientare i più cattivi mostri di fine livello mai visti sullo schermo? O di inseguire innocenti pedoni lungo le strade di GTA? O di vincere la Champions League a FIFA 2019? La storia di Ernesto, scritta a quattro mani da Simone Fornara e Mario Gamba, ce lo spiega, così come ce lo spiegherà molto bene ciò che avverrà nelle sale della Ludoteca, il luogo più adatto per parlare di libri e di storie che hanno più di qualche debito con quelle del favoloso Gianni.

L’incontro porterà i bambini e le bambine a viaggiare tra due mondi diversi: quello di pixel dei videogiochi e quello di carta dei libri e dei classici per ragazzi.

Considerato il ruolo dell’adulto nella prevenzione (e nell’eventuale cura) della bianchite, particolarmente insidiosa soprattutto nella sua fase acuta, la presenza dei genitori è vivamente consigliata: “videogiocare sì, ma con giudizio!”.


La punteggiatura nella storia della lingua italiana: un convegno a Basilea

Altro appuntamento con la punteggiatura nel mese di febbraio 2019: dal 20 al 22, infatti, si svolge presso l’Università di Basilea il convegno internazionale La punteggiatura nella storia della lingua italiana. Norme e usi.

Organizzato da Angela Ferrari, prevede una ventina di interventi incentrati sulle alterne vicende della punteggiatura nel corso del tempo, con particolare attenzione ai secoli dal XVIII al XX.

Simone Fornara e Silvia Demartini propongono una relazione dal titolo La grammatica “dallo spiraglio della punteggiatura”: Marco Agosti e il superamento delle regole tradizionali tra Ottocento e Novecento.

Cliccare qui per scaricare il programma completo del convegno.

Didattica della punteggiatura: appuntamento a Milano

Mercoledì 20 e giovedì 21 febbraio 2019 si svolge a Milano, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, un’interessante iniziativa di formazione per insegnanti: la scuola invernale L’italiano nella scuola secondaria di primo grado. Grammatica, lettura e scrittura.

Sotto la direzione scientifica di Michele Colombo e Daniela Notarbartolo, una serie di conferenze e laboratori proporrà ai docenti riflessioni e pratiche attorno a temi di grande attualità nel campo dell’insegnamento dell’italiano.

Tra i relatori figura anche Simone Fornara, che con un team di docenti specializzatesi nell’elaborazione di pratiche didattiche innovative (Stefania Bianchi,  Maurizia Corsi, Silvia Fumagalli Mangano, Claudia Galli e Sofia Leoni) tratterà il tema della punteggiatura, tra teoria e didattica.

Cliccare qui per scaricare il programma dell’iniziativa.

Di tutti i colori

Come tutti gli anni, è tempo della notte del racconto! E, come tutti gli anni, si rinnova l’appuntamento con l’anteprima dell’evento, che si svolge al DFA di Locarno giovedì 18 ottobre 2018.

L’iniziativa Prima della notte del racconto, coordinata da Marina Bernasconi, prevede due momenti: il pomeriggio, dedicato alle letture per i bambini, e la sera (a partire dalle 20.15), dedicata alle lettura per gli adulti.

Il tema, Di tutti i colori, è una porta aperta sulla fantasia!

Alla sessione serale prenderanno parte anche Sara Giulivi e Scuro Moltamorte, con una proposta davvero esplosiva: Colori al vento.

Non mancate!

Cliccare qui per il programma completo.

 

Minibombo vola al DFA con Silvia Borando

Mercoledì 24 gennaio 2018, alle ore 16.30, l’autrice e illustratrice Silvia Borando sarà ospite del DFA di Locarno per una conferenza finalizzata a presentare al pubblico il progetto editoriale Minibombo.

Si tratta di una delle realtà editoriali per l’infanzia più vivaci e creative degli ultimi anni: nata a Reggio Emilia cinque anni fa, la casa editrice si è subito imposta all’attenzione degli esperti del settore come un punto di riferimento nell’evoluzione recente dell’albo illustrato.

I libri Minibombo, pensati per i giovanissimi (dai 2 ai 6 anni), ma fruibili anche da lettori più grandi, si distinguono per il tratto grafico stilizzato, inconfondibile, e per le loro storie, che riservano continue sorprese e che risultano al tempo stesso divertenti e istruttive: come recita il catalogo della casa editrice,

Minibombo ha un’idea di libro semplice e diretto. I disegni hanno linee nitide, colori puri e forme facili da riprodurre e i testi sono brevi o del tutto assenti. Si tratta di libri che richiedono inventiva e collaborazione: minibombo è più contento quando grandi e piccoli partecipano alla lettura e costruiscono insieme la propria storia.

Elementi, questi, che spiegano il successo del progetto e sono all’origine dei numerosi riconoscimenti e premi internazionali ottenuti da titoli come Orso, buco! e Apri la gabbia!, o dalle applicazioni multimediali che, affiancandosi alla produzione cartacea, ne arricchiscono l’offerta, come Il libro bianco, vincitrice del premio Andersen 2014 come migliore creazione digitale.

Silvia Borando, coordinatrice del progetto, oltre che autrice e illustratrice, è un’esperta animatrice di laboratori creativi rivolti a bambini di ogni età, che svolge presso biblioteche e istituti scolastici, e che traggono linfa vitale dalle pubblicazioni Minibombo. La sua presenza al DFA di Locarno, che prevede anche alcuni seminari con gli studenti della Formazione Bachelor, è dunque un’occasione importante per capire come si possa emergere nel mercato editoriale del terzo millennio grazie all’entusiasmo, alla creatività e alla competenza, e di come si possano proporre anche a scuola albi illustrati stimolanti e adattissimi per far nascere negli allievi il piacere di leggere e di giocare con le storie.

Coraggio!

2017_nottedfaTradizionale appuntamento al DFA di Locarno con l’iniziativa Prima della notte del racconto: grazie al consueto impegno di Marina Bernasconi, martedì 24 ottobre i locali dell’ex-Magistrale saranno animati da letture e spettacoli per bambini (al pomeriggio) e per tutti (alla sera, a partire dalle 19.45).

Ci sarà modo di riflettere, emozionarsi – con la testimonianza autobiografica del profugo curdo Benyamin Somay – e infine divertirsi – con una serie di narrazioni a sorpresa, tra le quali la lettura scenica Senza peli sulla lingua di Sara Giulivi e Simone Fornara, per l’occasione Lucilla e Scuro Moltamorte.

Se avete coraggio, non mancate!

Cliccare qui per il programma completo.

Convegno ASLI Scuola a Siena

schermata-2017-10-07-alle-19-29-30Scrivere nella scuola oggi. Obiettivi, metodi, esperienze è il titolo del Secondo Convegno nazionale ASLI Scuola, che si svolgerà dal 12 al 14 ottobre 2017 presso l’Università per Stranieri di Siena.

Ricco e interessante il programma, che prevede conferenze plenarie di studiosi come Luca Serianni, Francesco Sabatini e Giacomo Stella, alternate a sessioni parallele. In una di queste interverranno anche Silvia Demartini e Simone Fornara, con una relazione intitolata Dall’esperienza alla scrittura: costruzione del testo e scelte lessicali nelle produzioni di studenti di scuola media in Canton Ticino. Rilievi dal progetto TIscrivo.

Cliccare qui per scaricare il programma completo.

Leggere libri a LetterAltura

2017_letteralturaDal 14 al 17 settembre 2017 si svolge, a Verbania, l’undicesima edizione del Festival Lago Maggiore LetterAltura, intitolata Lèggère Stòrie e Paròle sul Treno.

Tra gli eventi in programma, il corso avanzato di lettura ad alta voce Voci dal treno, tenuto dall’attrice e docente Giorgia Cantalini e organizzato da Letteratura Rinnovabile: un’esperienza condivisa con un gruppo di dieci partecipanti
che in due giorni imparano tecniche di lettura che coinvolgono non solo la voce, ma l’intero corpo, dato che la pagina scritta necessita di una assimilazione fisica e immaginativa. Il percorso coniuga training fisico e grammatica, con un approccio che si concentra sul “cosa” della pagina scritta, piuttosto che sul “come” dell’emissione sonora. Gesti e movimenti sono dunque essenziali per generare una “scrittura seconda” che rende indimenticabili le parole lette.

I testi scelti sono di Pirandello e Tolstoj e vengono presentati dagli allievi (tra i quali anche Simone Fornara) con un breve spettacolo (domenica 17 settembre, ore 18, Villa Giulia, Verbania Pallanza) a conclusione del Festival 2017 di LetterAltura.

Cliccare qui per scaricare il programma del Festival.

L’ortografia al DFA di Locarno

ortografiaOggi l’ortografia vanta un singolare primato: non c’è errore che sia sintomo di ignoranza al pari di quello ortografico. Basti pensare a tutte le volte che i giornali o il web riportano strafalcioni come Entrare a d’agio, Non posso fare almeno di te o All’estimento saldi.

Nessuno può sentirsi davvero “al sicuro”: il confronto con i propri dubbi di ortografia emerge ogni volta che si scrive un testo, sia un saggio, un articolo di giornale o una pagina web. Succede al neo-laureato che compone il curriculum, al professionista che scrive una e-mail e al giornalista che spedisce il pezzo in redazione.

A maggior ragione questo capita tra i banchi di scuola: quante volte ci siamo chiesti se si scrive sufficiente o sufficente, oppure se correggere sé stesso o ciliege?

Per rispondere a questi e ad altri interrogativi, martedì 23 maggio 2017, alle ore 17 (presso l’Aula Magna del DFA di Locarno), il Centro di Didattica dell’Italiano Lingua di Scolarizzazione (DILS) della SUPSI organizza la presentazione del libro di Luca Cignetti e Silvia Demartini L’ortografia (Roma, Carocci, 2016), un volume scritto in modo originale e discorsivo che parte proprio dall’uso reale nella scrittura e dall’esame degli errori più comuni dell’italiano di oggi.

Cliccare qui per scaricare la locandina.

Angela Nanetti al DFA di Locarno

schermata-2017-04-02-alle-17-20-34Giovedì 5 aprile, alle ore 17.30 (Aula Magna), in collaborazione con il Festival di letteratura per ragazzi Storie controvento, il DFA di Locarno ospiterà la scrittrice Angela Nanetti per un incontro aperto agli studenti e al pubblico sul tema Scrivere per bambini e ragazzi.

Angela Nanetti racconterà il suo percorso personale e i segreti della sua arte, accompagnando il pubblico in un viaggio che toccherà diversi aspetti della professione dello scrittore: ad esempio le analogie e le differenze tra la scrittura per bambini e quella per adulti, l’idea di bambino che è sottesa alla letteratura per l’infanzia, il ruolo che quest’ultima ha come ponte o traghetto per l’altrove, senza escludere degli approfondimenti su alcune delle sue opere di maggior successo, come Mistral e Mio nonno era un ciliegio.

L’incontro è un’occasione da non perdere: non capita spesso, infatti, di poter ascoltare di persona la voce di una delle più note autrici di libri per bambini e per ragazzi, le cui opere sono molto conosciute dai docenti di diversi ordini scolastici, perché permettono di affrontare temi di grande importanza (come l’adolescenza e la morte) in modo sempre molto delicato e poetico.

Cliccare qui per il programma e la bibliografia 2017 di Storie controvento.

Cliccare qui per le biografia e la bibliografia di Angela Nanetti.